Contattaci:

Via Cristo 49, Venafro, 86079 (IS). cell. 329 6939118 tel/fax. 0865 900159

one of the "Best places to stay in Italy" by Travel 2010

Map Icon

  • contattaci:
  • info@dimoradelprete.it
  • +39 0865 900159

San Vincenzo al Volturno

6 marzo 2014

Il Chronicom Volturnense, codice miniato redatto in scrittura beneventana intorno al 1130 dal monaco Giovanni, da luce sulle vicende storiche del monastero, fondato da tre nobili beneventani, Paolo, Taso e Tato. Nel 782 l’abate Potone, succeduto ad Autperto, giura fedeltà al re franco Carlo Magno. Nell’881 un gruppo di Arabi, al servizio del duca/vescovo di Napoli Atanasio II, saccheggia e mette a fuoco il compleso monastico. Nel XI secolo i monaci ricostruirono la comunità cenobitica sulla riva destra del Volturno.

sanvincenzoL’abbazia di San Vincenzo al Volturno (XIII sec.). La città monastica, il cui nucleo originale risale al 703 d.c., costituì un importantissimo centro religioso e amministrativo. Si estendevano per circa 6 ettari e al suo interno ospitava 8 chiese e decine di edifici. Il saccheggio dei Saraceni dell’801 segnò il suo declino. La sua epopea è narrata nel Chronicon Volturnense in cui il monaco Giovanni rievoca 400 anni di storia della comunità

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter